Home SLC - stampa. grafica, poste
Venerdì 1° e sabato 2 novembre i nostri uffici resteranno chiusi

23 maggio: sciopero dei dipendenti Poste Italiane della Lombardia

Dopo la rottura delle trattative regionali sulla riorganizzazione del recapito su giorni alterni e sul fabbisogno occupazionale negli Uffici Postali è stato proclamato, unitariamente, lo sciopero degli oltre ventimila dipendenti di Poste Italiane della Lombardia per il giorno 23 maggio.

Nei giorni scorsi l’azienda ha avviato unilateralmente l’avvio della riorganizzazione nelle provincie di Pavia e Bergamo, e nei prossimi mesi sarà estesa a buona parte della regione, nonostante la mancata soluzione delle criticità emersi nei centri dove è in corso la sperimentazione del nuovo modello organizzativo.

Read more...

 

Rinnovo del Contratto Nazionale lavoratori postali

A fine gennaio le Organizzazioni Sindacali Nazionali ci hanno fatto pervenire l’ipotesi di Piattaforma per il rinnovo del Contratto Nazionale che, come tutti sappiamo, è fermo dal 2012.
La Piattaforma è stata successivamente presentata all’attivo unitario dei delegati del settore, riunito a Roma in data 23 febbraio.
In quella sede non è stato prefigurato alcun percorso unitario di coinvolgimento dei lavoratori, ma si è semplicemente deciso che la Piattaforma sarebbe stata presentata a Poste Italiane per dare avvio alla fase negoziale.
Il mancato coinvolgimento dei lavoratori postali al percorso di rinnovo del CCNL, a partire dalla stesura della Piattaforma é, secondo la SLC-CGIL, una grave mancanza.
Per correggere almeno in parte quanto sopra esposto, abbiamo deciso di indire assemblee in tutti i luoghi di lavoro al fine di illustrare con precisione il merito delle richieste sindacali poste in Piattaforma e, al contempo, per raccogliere doverosamente i pareri e le esigenze espresse dai lavoratori.

 

VGK Soncino: incontro tra Direzione aziendale e sindacati

In data 2 marzo 2016, presso la sede di VGK Srl di Soncino, si è svolto l’incontro tra Direzione aziendale e Organizzazioni sindacali di categoria al fine di affrontare la questione “straordinari” e per condividere alcune informazioni di carattere generale.

In apertura l’Azienda ha subito dichiarato di avere rinunciato alle prestazioni di lavoro in regime di straordinario in ragione delle lamentele dei lavoratori manifestate nel corso dell’assemblea del 5 febbraio u.s. e di avere provveduto alle necessità aziendali attraverso produzioni esterne. Ciò, ha rimarcato l’Azienda, non consentirà il raggiungimento degli auspicati livelli produttivi e di marginalità economica necessari per un adeguato sostegno alla fase di consolidamento produttivo e finanziario della VGK e per affrontare in maniera adeguata tutti gli investimenti in itinere.

Read more...

 

Assemblea del lavoratori postali

Cosa sta cambiando sulle pensioni? A che età si va in pensione oggi? E domani? Quanti contributi sono necessari? Quanto realizzerò di pensione? La legge di stabilità del governo Renzi che effetti produrrà sulla mia pensione? E il taglio al fondo dei Patronati? Come funziona il Fondo di Solidarietà di Poste?

La SLC CGIL e il patronato INCA, insieme ai lavoratori del Gruppo Poste, vogliono fare chiarezza su questi temi.

Assemblea lavoratori postali (vedi volantino)
dalle ore 15,00 alle ore 17.30
a Cremona presso CGIL (via Mantova, 25) venerdì 20 novembre 2015
a Crema presso CGIL (via Carlo Urbino,9) giovedì 26 novembre 2015

 

Poste: sciopero delle prestazioni straordinarie e aggiuntive

Il Coordinamento Regionale di Poste della Lombardia si è riunito il 23 settembre 2014 per discutere ed approfondire i temi aperti in azienda sia a livello nazionale che regionale.
Il Coordinamento condivide la decisione della Segreteria Regionale SLC CGIL di aver reiterato lo sciopero delle prestazioni straordinarie ed aggiuntive su tutto il territorio della Lombardia dall’11 settembre fino al 4 ottobre 2014, dopo avere verificato il persistere di una situazione di assoluto immobilismo nelle relazioni sindacali e la mancanza di interventi utili per far fronte alle criticità più volte denunciate.
Si prende altresì atto dei conflitti di lavoro e degli scioperi in corso in molte altre regioni (Piemonte, Veneto, Trentino Alto Adige, Molise, Toscana in modo unitario con le altre sigle sindacali dì categorìa, più altre singole province) motivati dalle stesse problematiche da noi sollevate.

Read more...

 
More Articles...