Home iniziative 25 Novembre: per l’eliminazione della violenza contro le donne
Orario estivo Camere del lavoro

Camere del lavoro di Cremona, Crema, Casalmaggiore: dal 29 luglio al 30 agosto - dal lunedì al venerdì - ore 8-14 (sabato mattina chiusura)

Camera del lavoro di Soresina: dal 29 luglio al 30 agosto - dal lunedì al venerdì - ore 8-13 (sabato mattina chiusura)

Chiusura delle sedi

Cremona, Crema, Casalmaggiore: 12 - 17 agosto

Soresina: 12 - 24 agosto

Gli uffici del CAAF CGIL resteranno chiusi

a Cremona dal 10 al 24 agosto

a Crema dal 10 al 31 agosto

a Soresina dal 10 al 31 agosto

a Casalmaggiore dal 3 al 24 agosto

SUNIA e FEDERCONSUMATORI

chiusura per il mese di agosto

25 Novembre: per l’eliminazione della violenza contro le donne

Il 25 Novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999.
Lo sciopero delle donne è un'iniziativa nazionale lanciata sul web (www.scioperodelledonne.it) per protesta verso la cultura della violenza.
In un contesto di crisi strutturale le donne sono ancora una volta chiamate a pagare di più.
Il 25 novembre - proclamata dall'Onu Giornata internazionale contro la violenza sulle donne - diventa occasione per rivendicare il diritto all'esistenza e all'autodeterminazione delle donne.
Occorre che tutti capiscano che nessuna si cerca la violenza. La violenza non è mai normale. Occorre educare cittadinanza e istituzioni al rispetto della donna come persona e non come funzione sociale. (vedi volantino)

La Camera del Lavoro di Cremona ha aderito all’iniziativa inviando il messaggio che di seguito leggete:

La Camera del lavoro di Cremona aderisce con convinzione all’iniziativa Sciopero delle donne indetto per il 25 novembre 2013.
È giusto intraprendere, con determinazione e creatività ogni azione atta a sensibilizzare la cittadinanza contro l’ignobile fenomeno del femminicidio.
Ma serve investire stabilmente e soprattutto, sul piano culturale e della prevenzione così come sul piano della formazione e dell’educazione.
È un problema che deve investire complessivamente tutta la comunità, perché la violenza sulle donne riguarda soprattutto gli uomini.
Dobbiamo parlarne, insieme”.
Invitiamo tutte e tutti ad aderire all’iniziativa, indossando qualcosa di rosso, quale simbolo di ribellione a ogni forma di violenza.
Le Camere del lavoro delle nostre sedi, esporranno alle finestre un drappo rosso.
Se non ora, quando?

La segreteria