Privatizzazione dell’acqua: una catena umana di “no”

Giovedì 11 ottobre il Consiglio di Amministrazione di AATO (a favore l'assessore di Cremona Francesco Bordi, il sindaco di Ripalta Guerina Gian Pietro Denti e il tecnico di settore Flavio Rastelli - unico parere contrario il Sindaco Marco Cavalli), ha approvato una delibera che manda avanti la privatizzazione dell'acqua, nonostante la volontà espressa dai cittadini italiani e cremonesi.
Per dare visibilità alle manifestazioni di protesta, il Comitato Cremonese per l'Acqua Pubblica organizza lunedi 22 ottobre alle ore 18 una catena umana attorno al Palazzo Comunale di Cremona.
La Cgil di Cremona sarà presente e invita tutte e tutti a partecipare e a far partecipare il maggior numero possibile di persone.
Si partirà insieme dalla Camera del lavoro, alle ore 17,30.