9° Congresso Filcams Cgil Cremona

Quest’anno la segreteria della Filcams di Cremona, di concerto con i delegati, ha tenuto un profilo contenuto nei costi. Rigoroso e, oserei dire, quasi spartano.
Questo per rispetto alla situazione di difficoltà che tutti stiamo vivendo, ma anche per appoggiare, con il risparmio che saremo capaci di esercitare, un progetto che ci sta a cuore: il treno della memoria.

Infatti anche quest’anno il Liceo Classico di Cremona ha manifestato a Cgil Cisl e Uil di Cremona grande interesse per questo importante percorso. Ben 90 studenti hanno dato la loro adesione a partecipare.
Ma, come accade da qualche anno, gli sponsor non sono sufficienti per coprire l’intero costo del viaggio.
Ebbene…mi sento orgogliosa di unire alle risorse per la realizzazione di queste giornate di formazione giovanile anche un po’ di Filcams.
Rivisitare la storia e la realtà acquisisce qui un valore pragmatico, deve servire per fare qualcosa, per nutrire le radici di un modello di convivenza pacifico e solidale fra gli uomini e le donne, per prevenire quelle tendenze che hanno dato origine alla negazione della libertà, alla privazione dei diritti umani che lì sono stati drammaticamente e dolorosamente sacrificati.
Per il movimento sindacale il “giorno della memoria” rappresenta l’opportunità per riflettere sulla dignità e sul valore del lavoro, sul ruolo dell’attività lavorativa per la costruzione del progetto di libertà personale, collettivo e sociale.
Ricordare il pericolo dell’alienazione raffigurata nel lavoro coatto degli operai deportati nei campi di sterminio in seguito agli scioperi che chiedevano pace e libertà, non può che far bene.
Utile a scalfire quel continuo e suadente messaggio al non occuparsi di queste cose perché tanto se ne occupano altri; messaggio sempre presente nel modello di vita proposto dalla pubblicità ormai da almeno un decennio.
Con queste premesse, che dovevo al nostro Congresso prima di iniziare i lavori veri e propri, assumiamo insieme l’impegno della Filcams di Cremona a partecipare – con una cifra che stabiliremo in questi giorni – alla realizzazione del percorso “il treno della memoria” a Cracovia e Auschwitz.

per la Segreteria Filcams Cgil Cremona
Carla Spelta