Mense, vigilanza, guardiania, pulimento: “Emergenza appalti”

Le lavoratrici e i lavoratori degli appalti di servizio (mense, vigilanza armata, guardiania, pulimento) vivono una condizione di estrema difficoltà.
La crisi economica, estesasi in tutti i settori, ha indotto le imprese private, nel migliore dei casi a razionalizzare le spese, tagliando drasticamente i costi dei servizi accessori, senza tener conto degli effetti sugli addetti del settore.
Nel settore pubblico, i tagli alla spesa e ai trasferimenti agli Enti Locali avvenuti in modo massiccio negli ultimi anni, hanno fortemente penalizzato i lavoratori degli appalti con licenziamenti, taglio di ore lavorate, ricorso alla Cig in Deroga, mancato pagamento del salario, con riflessi negativi anche per l’utenza, negli ospedali, uffici postali, caserme ecc. ecc. La Spending Rewiew ha ulteriormente peggiorato una situazione già molto critica e la riforma degli ammortizzatori sociali rischia di lasciare senza adeguate tutele le lavoratrici e i lavoratori di questi settori.
I drammatici problemi di questi lavoratori che pur avendo un lavoro vivono una condizione economica ai limiti e qualche volta dentro i parametri della povertà, sono molto sottovalutati.
Per questi motivi, le organizzazioni sindacali  regionali di FILCAMS FISASCAT UILTUCS e UILTRASPORTI hanno indetto una manifestazione sul tema “EMERGENZA APPALTI” con presidio presso la sede della Regione Lombardia in piazza Città di Lombardia – controviale Melchiorre Gioia  - martedì 18 dicembre dalle ore 10,30 alle ore 13,00.
Chiediamo alla Regione ma anche alle altre Istituzioni locali di individuare regole, norme e vincoli in grado di garantire  un lavoro dignitoso e un servizio adeguato ed evitare di favorire, attraverso gli appalti al massimo ribasso, l’illegalità e la criminalità organizzata.

(vedi volantino)