Home FILCAMS - commercio, servizi Emergenza appalti: presidio

Emergenza appalti: presidio

Filcams CGIL, Fisascat CISL, UilTucs UIL e UilTrasporti UIL della Lombardia hanno deciso di organizzare una manifestazione delle lavoratrici e dei lavoratori degli appalti di servizio (mense, pulimento, guardiania e vigilanza) 18 dicembre 2012 dalle ore 10.30 alle ore 13.00 davanti alla sede di Regione Lombardia (piazza Città di Lombardia, 1 (MM2 Gioia)

(vedi volantino)

  • Contro il taglio sui servizi e sull’occupazione
  • Contro la riduzione delle ore di lavoro
  • Contro l’infiltrazione della criminalità organizzata
  • Per contrastare la partecipazione di imprese irregolari che applicano contratti di comodo
  • Per la garanzia di servizi di qualità alla cittadinanza
  • Per la dignità e i diritti del lavoro!

Non è necessario che ci dilunghiamo per evidenziare quanto sia sempre più difficile la situazione delle lavoratrici e dei lavoratori degli appalti e la necessità di un intervento che non si limiti al “pronto soccorso” che tra l’altro svolgiamo sempre con meno strumenti:

  • la contrazione dei trasferimenti finanziari agli Enti Locali ed ai Ministeri stanno alterando le garanzie contrattuali nei capitolati di appalto;
  • la Spending review minaccia un pesante impatto con i nostri settori;
  • i cambi di appalto ed i cambi di concessione stanno diventando delle corride in cui vengono costantemente posti in discussione gli orari contrattuali e gli stessi posti di lavoro;
  • la riforma degli ammortizzatori sociali rischia di lasciare senza tutele le nostre lavoratrici e i nostri lavoratori;
  • le aziende intervengono sempre più spesso nella competizione di mercato utilizzando contratti nazionali di lavoro di comodo e meno onerosi;
  • le aziende utilizzano l’evidenza della crisi al fine di produrre ristrutturazioni occupazionali selvagge;
  • l’approccio delle Associazioni imprenditoriali per il rinnovo dei CCNL del Turismo (in particolar modo) e dei Multiservizi è improntato all’abbattimento delle regole e del sistema dei diritti;
  • i nostri settori sono sempre più esposti all’infiltrazione della criminalità organizzata;
  • la Regione Lombardia si è fin qui disinteressata dei compiti affidatigli dal Titolo quinto dalla legge Costituzionale: mancano linee di indirizzo per le gare di appalto capaci di contrastare gli abusi delle offerte al massimo ribasso; mancano capacità di selezione ed Albi delle aziende virtuose; mancano finanziamenti integrativi per il sostegno al reddito in carenza di ammortizzatori sociali.

Questi sono alcuni dei principali temi che porremo al centro della nostra iniziativa che, proprio per le competenze irrisolte della Regione Lombardia, terremo nella nuova piazza del Palazzo della Regione che è a poche centinaia di metri dalla Stazione Centrale di Milano.
La manifestazione si caratterizzerà con un PRESIDIO orientativamente tra le ore 10,30/11,00 e le ore 13,00. Dal palco si alterneranno interventi e musica.

 


sito web nazionale