Home FILCAMS - commercio, servizi Autogrill licenzia: la Filcams-Cgil non ci sta

Autogrill licenzia: la Filcams-Cgil non ci sta

Autogrill licenzia lavoratrici madri e lavoratori con ridotte capacità lavorative

Quattro ore di volantinaggio, dalle 9 alle 13 di giovedì 5, davanti all’autogrill Cremona Sud

la lettera dei lavoratori e delle lavoratrici a Benetton

A seguito della programmata chiusura di una delle decine e decine unità produttive in provincia di Milano, Autogrill ha proceduto al licenziamento di 7 dipendenti di via Caboto (Corsico) sostenendo  di non avere la possibilità di ricollocarli.
Questo mentre Autogrill ha continuato ad assumere sul territorio milanese personale a tempo determinato.

Alle richieste del sindacato che fino all’ultimo ha richiesto di procedere alla ricollocazione dei lavoratori in altre unità produttive i responsabili di autogrill hanno sempre risposto picche.
Le lavoratrici stesse, fidando nell’immagine che Autogrill si vuole dare quella di azienda certificata SA 8000 (responsabilità sociale) e quindi rispettosa delle leggi e attenta alle esigenze dei lavoratori, hanno scritto l’8 giugno direttamente al presidente di Autogrill Gilberto Benetton (vedi allegato), ma anche in questo caso nessuna risposta è giunta.
Guardando le persone licenziate balza all’occhio che non si sia voluta trovare una soluzione perchè queste persone non sono flessibili al 100%: sono donne madri che devono conciliare il lavoro con la gestione propria famiglia.
Come si possa giudicare un atto di “responsabilità sociale” licenziare 6 lavoratrici tutte madri, una con un figlio di 9 mesi quindi per legge illicenziabile, e un lavoratore con ridotte capacità lavorative  dopo 27 anni di servizio proprio non lo comprendiamo.
Per questo motivo la Filcams-CGIL promuoverà a partire da Venerdì 29 giugno una campagna di informazione che toccherà tutte le circa 100 sedi di lavoro di autogrill in Lombardia. 20.000 volantini colorati illustreranno ai clienti quale sia “la nuova storia che sta dietro il nuovo caffè in autogrill” come recita lo slogan della nuova campagna pubblicitaria di Autogrill
Il 29 giugno i clienti autogrill di piazza Duomo, corso Europa, e via Dante dalle 12.30 alle 14 e quelli che entreranno negli autobar della Lombardia nella giornata insieme al caffè o al bufalino riceveranno un volantino dai delegati della Filcams-cgil che denuncerà il comportamento tutt’altro che“ETICO” della società presieduta da Gilberto Benetton.
Anche chi non è di Milano, chi non conosce la realtà di Autogrill si rende conto che non sarebbe stato difficile ricollocare i lavoratori licenziati in altre sedi di lavoro in città e che ci si trova di fronte ad una precisa volontà di privare del lavoro questi lavoratori.
La domanda che vogliamo porre all’opinione pubblica è semplice: può una multinazionale certificata sa 8000 “responsabilità sociale”, con il bilancio in attivo, arrivare a licenziare una lavoratrice con un figlio di 9 mesi?”
La stessa domanda la porremo alla consigliere alle pari opportunità del Comune di Milano e della regione Lombardia cui chiederemo di intervenire.

 


sito web nazionale