Home FILCAMS - commercio, servizi Il Primo Maggio è sempre festa

Il Primo Maggio è sempre festa

Festività del Primo Maggio 2011: Vinto ricorso contro UPIM per trattenuta sciopero in caso di assenza nella giornata festiva

Con sentenza del 25 maggio 2012 il Tribunale di Milano ha dato ragione a due lavoratrici che, assistite dai legali della Filcams-Cgil, nei mesi scorsi avevano promosso una causa nei confronti della propria azienda, Upim srl, volta all'accertamento del diritto di godere della giornata festiva.

Il rapporto di lavoro delle lavoratrici in questione è a tempo parziale con orario distribuito dal lunedì alla domenica, riposo infrasettimanale e nessun obbligo di prestare lavoro festivo.
Il Primo Maggio 2011 cadeva di domenica. Rispettando le norme contenute nei propri contratti individuali nei quali non c'è l'obbligo del lavoro festivo, le lavoratrici non si sono recate al lavoro.
Upim affermava invece che le due dipendenti avevano l'obbligo di svolgere la propria attività lavorativa. E poiché in occasione del Primo Maggio 2011 la Filcams, unitariamente con Fisascat e Uiltucs, aveva proclamato lo sciopero per coloro che hanno l'obbligo del lavoro festivo nel contratto di lavoro e l'astensione dal lavoro per coloro che non l'hanno, l'azienda ha considerato in sciopero le due lavoratrici trattenendo loro una giornata in busta paga.
Il Giudice ha riconosciuto totalmente l'istanza presentata, sostenendo che le due lavoratrici hanno il diritto di godere della festività ove la stessa si sovrapponga con un ordinario giorno di lavoro, qualsiasi esso sia, e quindi anche nelle ipotesi di lavoro domenicale.
In sostanza il giudice ha stabilito che se la domenica è un normale giorno di lavoro, perché così è previsto dal contratto individuale di assunzione, la coincidenza con una festività dà diritto comunque al dipendente di astenersi dal lavoro con il mantenimento della retribuzione e della possibilità di godere del giorno di riposo settimanale previsto dal contratto individuale o dalla contrattazione.
Questa sentenza conferma quanto da anni sosteniamo.
Auspichiamo quindi che possa essere utile in tutti quei tavoli di contrattazione aperti nelle aziende del settore commercio per portare una volta per tutte chiarezza in materia di applicazione contrattuale degli orari di lavoro del settore.

Filcams CGIL Milano

 

 


sito web nazionale