Home FILCAMS - commercio, servizi

H&M chiude il negozio del Centro Commerciale Cremona Due

La multinazionale H&M, che conta 2 negozi nel territorio cremonese (uno nel Centro Commerciale Cremona Due a Gadesco ed uno nel Centro Commerciale Cremona Po a Cremona), ha deciso di chiuderne uno (quello di Gadesco) a partire dal 12 agosto prossimo. Il negozio ha un buon trend di mercato, quindi la chiusura ha una motivazione solo nella logica di contenimento di costi del personale (il negozio di Gadesco conta 13 unità effettive, quasi tutte part time.

Dopo il primo incontro con l’azienda, teso a valutare la situazione, le motivazioni addotte non hanno convinto la Filcams, la Fisascat e la Uiltucs che, avendo già aperto lo stato di agitazione, hanno indetto lo sciopero per sabato 10 giugno 2017.

Le prospettive per i 13 dipendenti interessati, ad oggi, sono il licenziamento o l’accettazione del trasferimento in sedi disagiate in tutto il Nord Italia e oltre.

Noi della Filcams chiediamo a tutte le persone di buona volontà solidarietà e partecipazione: abbiamo organizzato un presidio presso il Centro Commerciale Cremona Due per sabato mattina dalle 9,00 alle 12,00 con distribuzione di volantini informativi (vedi locandine).

 

Filcams: il 7 novembre e il 19 dicembre sciopero unitario

Contro l'attacco a diritti e salario, il 7 novembre e il 19 dicembre 2015 sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori di Federdistribuzione, della distribuzione cooperativa e di Confesercenti.
Presidio in Piazza Lodi a Cremona - davanti al Carrefour - il 7 novembre, ore 10-13

(vedi volantino)

 

Appalto pulizie in ospedale: lavoratori trattati come pacchi postali

L’appalto delle pulizie all’interno dei raparti dell’Ospedale di Cremona e anche Oglio Po di Casalmaggiore conta di un numero di lavoratori di circa 120/130 unità, persone e di conseguenza famiglie che basano il proprio reddito famigliare su questo importante lavoro che garantisce igiene e decoro all’interno di una struttura sanitaria molto importante per tutto il tessuto sociale del nostro territorio.
Già dallo scorso 5 maggio 2015 abbiamo avuto notizia di un cambio nella gestione del servizio della ditta che fornisce questa attività. Tuttavia successivamente la ditta cedente l’appalto ha promosso un ricorso al Tar di Brescia e, nell’approssimarsi della data del cambio di gestione prevista per l’1 giugno 2015, si è rifiutata di fornire l’elenco dei lavoratori occupati da lei sull’appalto in virtù del ricorso, ancora sub iudice, lasciando così la situazione ancora in sospeso fino al giorno 27 maggio 2015 data in cui ha fornito alla subentrante gli elenchi dei lavoratori.

Read more...

 

22-23 maggio: i lavoratori di Autogrill Cremona Sud proclamano 8 ore di sciopero

Da 24 mesi i lavoratori del turismo aspettano il contratto. Dalle ore 22 di venerdì 22 maggio 2015 alle ore 22 di sabato 23 maggio saranno i clienti di Autogrill Cremona Sud ad aspettare caffè, colazioni, pranzi e ristori (vedi volantino)

Il 15 aprile 2015 si è tenuto il 3° Sciopero Nazionale per il rinnovo del Contratto del Turismo, che ha “provocato” la riapertura del confronto con le Associazioni datoriali della Ristorazione Collettiva.
FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), associazione a cui aderiscono: Autogrill, McDonald’s, My Chef, Chef Express, Airest, Vera, Sarni, My Sushi ed altre aziende della Ristorazione veloce, continua a mantenere una chiusura nei confronti delle richieste delle Organizzazioni Sindacali per rinnovare il CCNL.
Per questo motivo Filcams Fisascat e Uiltucs della Lombardia hanno proclamato, dopo lo sciopero generale del 15 aprile, un pacchetto di 8 ore di sciopero articolato che verranno decise dalle singole RSA-RSU.
Oggi sono stati i lavoratori di Autogrill Cremona Sud a proclamare tutte le 8 ore di sciopero a loro disposizione per il giorno 22-23 maggio 2015.

Read more...

 

Siglato il rinnovo del contratto nazionale Confcommercio

“Nel difficile contesto economico e sociale attuale la conclusione positiva dei negoziati e la sottoscrizione di un’intesa unitaria è un segnale importante e significativo” così le segreterie nazionali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno commentato l’ipotesi di accordo di rinnovo del contratto nazionale di lavoro del terziario, della distribuzione e dei servizi siglata nella tarda serata di ieri dai sindacati di categoria con l’associazione datoriale Confcommercio.
“Dopo l’interruzione della trattativa del giugno dello scorso anno – hanno proseguito le segreterie nazionali – è stata raggiunta un’intesa unitaria che consegna un risultato salariale e normativo per il triennio 2015 – 2017”.

Read more...

 
More Articles...


sito web nazionale